Editoriale

Saggi

Michael Donadelli , Lorenzo Prosperi , Federica Romei , Federico Silvestri
Movements and Co-Movements Across European Asset Classes: Portfolio Allocation and Policy Implications

Sintesi

La dinamica dei coefficienti di correlazione tra diversi strumenti finanziari nel mercato europeo: implicazioni per le allocazioni di portafoglio e le politiche macroeconomiche

Il lavoro esamina l’impatto della dinamica delle correlazioni tra i rendimenti di diversi titoli azionari ed obbligazionari sulle scelte di portafoglio. Utilizzando dati settimanali di quattro differenti asset classes europee per il periodo Febbraio 2002-Ottobre 2011, otteniamo tre risultati chiave. In primo luogo si osserva che il crollo della domanda globale nel periodo 2007-2009 e la crisi dei debiti sovrani in Europa hanno notevolmente influenzato la dinamica dei coefficienti di correlazione tra i titoli azionari ed obbligazionari europei. Per assurdo, successivamente al fallimento di Lehman Brothers, sembra esserci spazio per una diversificazione di portafoglio intra-classe. In secondo luogo, utilizzando il criterio media-varianza in un contesto dinamico, si dimostra, ex-post and ex-ante, che i titoli di paesi con gravi problemi di finanza pubblica (ad esempio i titoli di stato Italiani e Greci) sono meno appetibili. Infine, i risultati dell’ottimizzazione evidenziano una preferenza per la detenzione di assets in grado di rendere più stabili i consumi, fornendo pertanto una forma di assicurazione in caso di eventi negativi. In aggiunta, sosteniamo che le allocazioni ottenute potrebbero influire sulle decisioni dei policymakers.

Abstract

Movements and Co-Movements Across European Asset Classes: Portfolio Allocation and Policy Implications

This paper studies the impact of changes in the dynamics of the correlation coefficients between asset returns on portfolio choices. Using weekly data from February 2002 to October 2011 on four different European asset classes, we obtain three main results. Firstly, we show that the 2007-2009 global demand collapse and the European sovereign debt crisis have largely affected the dynamics of the correlation coefficients between European asset returns. Reductio ad absurdum, in a post-Lehman scenario, we observe that diversification can be implemented intra-class. Secondly, in a dynamic ex-post and ex-ante mean-variance optimization (MVO) framework, we show that “stressed sovereign assets” (e.g. Greek and Italian Government Bonds) are less desirable. Thirdly, in the context of consumption-based asset pricing, we find that the resulting ex-post and ex-ante dynamic allocation reflects investors’ insurance motive. We conclude by arguing that the resulting allocation might have strong implications for policymakers.


Contributi

Enrico Cervellati , Filippo Parrella , Marco Spallone
Una proposta di revisione dei questionari per la profilatura della clientela

Sintesi

Una proposta di revisione dei questionari per la profilatura della clientela

Il presente lavoro ha come obiettivo principale quello di proporre una re- visione degli attuali questionari con l’obiettivo di farli diventare strumenti di lavoro utili ed efficaci per gli intermediari e, allo stesso tempo, strumenti di tutela reale per i risparmiatori. In particolare, nel rispetto della normativa, si desidera proporre una struttura di questionario che permetta di derivare il profilo di rischio dei risparmiatori, considerando anche gli aspetti comportamentali che influiscono sulle loro scelte di investimento. Il valore aggiunto di questo progetto sta nel voler suggerire il percorso da intraprendere per trasferire ai questionari gli avanzamenti registrati dalla recente letteratura economica sia in ambito sperimentale circa le scelte individuali in condizioni di incertezza sia in ambito finanziario circa gli effetti sulle scelte di investimento delle distorsioni di natura comportamentale. In questo senso, il contributo è prevalentemente metodologico, essendo ovvio che la stesura di un questionario vero e proprio deve necessariamente dipendere dalle esigenze strategiche degli intermediari interessati, dalla tipologia della loro clientela e, naturalmente, dal loro mercato di riferimento. Il lavoro propone sostanzialmente di partire dal concetto economico di avversione al rischio per arrivare, attraverso una serie di aggiustamenti, basati sui risultati ottenuti dalla recente letteratura economica e finanziaria, alla definizione di tolleranza al rischio e alla classificazione degli investitori. La procedura descritta presenta una serie di questioni aperte che nel corso dello studio sono messe in evidenza e la cui soluzione pratica è rimandata al momento di un’eventuale implementazione.

Abstract

The review of current questionnaires to assess personal financial profiles: A methodological proposal

This paper is aimed at proposing a review of the questionnaires currently employed in Italy to assess personal financial profiles of retail investors. In fact, current questionnaires are neither an effective strategic tool for intermediaries nor a reliable customer protection device for clients: in particular, risk preferences are not properly elicited and behavioral issues are not evaluated at all. Our proposal is to review questionnaires taking into the right consideration the scientific achievements of both experimental economics (in terms of elicitation of risk preferences) and behavioral finance (in terms of identification and correction of non- monetary distortions): our view is that questionnaires should start from the elicitation of individual risk preferences (through the implementation of scientifically certified procedures), then they should be able to control for financial capacity, behavioral distortions, and financial knowledge (through the introduction of selected questions widely used in recent scientific contributions). So, the main contribution of the paper is methodological: actually, it points out a set of open issues to be tackled in order to build a synthetic indicator for clustering investors according to their risk profiles and suggests plausible solutions.


Rubriche

Bankpedia

Gianluca Vittorioso , Silvana Anchino
Impairment test