Editoriale

Saggi

Barbara Chizzolini
A multiperiod model of competition in retail banking

Sintesi

Un modello biperiodale per la concorrenza nel Retail Banking

Questo lavoro presenta un modello biperiodale di determinazione congiunta della concorrenza e della dimensione della rete di filiali di banche commerciali in mercati locali. È un’estensione di un modello statico, da cui mutua l’impostazione teorica, e a cui aggiunge l’ipotesi realistica che alle banche siano necessari tempo e revisioni strategiche per raggiungere la propria dimensione ottimale. La stima del modello produce misure di concorrenza, di costi e benefici per banca e per mercato, e la loro evoluzione nel tempo. Risulta che tra il 2004 e il 2006, nei mercati bancari locali italiani, la concorrenza fra banche e la loro efficienza è cresciuta.

Abstract

A multiperiod model of competition in retail banking

This paper presents a two-period model of branching behaviour and competition in retail banking. It extends a static model, from which it borrows most of its theoretical underpinnings, by adding information on banks branching strategies under the (realistic) assumption that it takes time and strategic adjustments for a bank to reach its optimal branching network size. The estimated model yields measures of competition and measures of benefits and costs by bank and by market and their evolution in time. It results that between 2004 and 2006 in local Italian retail banking, competition and banks’ efficiency increased. There is evidence of crosstime subsidisations: banks may operate at suboptimal branching sizes, with benefits lower than costs, at some point in time, to reach “optimality” in the future.


Contributi

Fabrizio Santoboni , Valentina Arcadi
Le polizze assicurative nel processo di affidamento: nuove opportunità di accesso al credito per le imprese

Sintesi

Le polizze assicurative nel processo di affidamento: nuove opportunità di accesso al credito per le imprese

Obiettivo del presente lavoro è l’individuazione del ruolo svolto dalle polizze assicurative nell’accesso al credito da parte delle imprese. In particolare, a partire dall’esame dei più significativi assunti presenti all’interno della letteratura teorica e delle evidenze che emergono dalle indagini empiriche condotte, è possibile rilevare come tra le principali determinanti l’acquisto di polizze assicurative da parte delle imprese vi sia la possibilità di poter beneficiare di una relazione “virtuosa” che viene ad instaurarsi tra livello di copertura assicurativa, rischiosità creditizia e accesso al credito.

Abstract

Insurance products and debt capacity: new opportunities for enterprise sector

In this paper we examine the strategic role of insurance products in enterprise sector to help insuring firms’ debt capacity to expand. In particular, the existing literature and empirical studies show that different factors may influence the decisions to purchase property insurance. We argue that the simultaneous linkages between debt capacity, creditworthiness and level of insurance coverage appear to motivate the insurance policies purchases by the enterprises.

Valentina Lanfranchi , Silvia Saino , Carmine Di Noia
La remunerazione degli amministratori nell’Autodisciplina delle società quotate

Sintesi

La remunerazione degli amministratori nell’Autodisciplina delle società quotate

Il tema delle remunerazioni degli organi di amministrazione e controllo delle società quotate ha suscitato interessi nel dibattito sulle tematiche societarie, soprattutto a causa della recente crisi finanziaria dei mercati mondiali. Ciò ha portato ad un’intensa produzione giuridica in materia, dapprima a livello comunitario ed attualmente con il recepimento degli atti comunitari da parte degli Stati membri, ma anche ad una crescente funzione dell’autodisciplina societaria, resa possibile grazie ad una maggiore diffusione della cultura della corporate governance.
Il presente lavoro offre una rassegna delle più recenti evoluzioni nell’autodisciplina e nella regolamentazione proprio in materia di remunerazioni degli amministratori. Dopo una breve introduzione sul ruolo dell’autodisciplina societaria, il secondo paragrafo illustra alcuni dati statistici sull’attuale trasparenza informativa fornita dalle società quotate nelle relazioni sulla corporate governance. Nel prosieguo, il terzo paragrafo si concentra sugli interventi legislativi susseguitisi nel corso dell’ultimo decennio a livello comunitario e il quarto propone una trattazione della nuova formulazione dell’art. 7 del Codice di autodisciplina rispettivamente in relazione ai profili della politica generale per la remunerazione e della disclosure per poi passare allo specifico ruolo del comitato per la remunerazione. Infine, il paragrafo conclusivo offre spunti di riflessione sul- l’attuale e futura coesistenza tra il regime autoregolamentare e quello legislativo in materia di remunerazioni degli amministratori, che essendo ancora in evoluzione permette di proporre diversi scenari di sviluppo.

Abstract

Manager Remuneration and the Self-regulation for Listed Company

The remuneration of directors and of statutory auditors of listed companies has given rise to a considerable debate, especially because of the recent financial crisis. This has led to an increase in normative interventions, at European level firstly, and consequently with the implementation of the EU Recommendations in the Member States, besides an increasing role of self-regulation, as a consequence of the always growing diffusion of the culture of corporate governance.
The paper offers a review of the recent evolution in corporate governance and legislation about directors' remuneration. After an introduction on the role of corporate governance and of self-regulation, the second paragraph presents statistics about the related disclosure in the corporate governance reports issued by Italian companies listed on the Italian Stock Exchange. In the third paragraph we describe the European legislation on the matter, issued during the last ten years. Afterward, in the fourth paragraph, we analyze the article no. 7 of the Italian Corporate Governance Code, which is dedicated to the remuneration policy, the disclosure and the remuneration committee. Finally, in the fifth paragraph, we reflect on the coexistence between self-regulation and compulsory legislation.


Interventi

Rubriche

Alberto Maria Sorrentino
Shadow banking

Silvano Carletti , Simona Costagli
Giappone: lo tsunami alla fine della lost decade


Bankpedia

Giovanni Farese
Paronetto Sergio

Gian Carlo Loraschi , Cristiana Menè
Unione Europea

Chiara Oldani , Paolo Savona
Crisi greca


Recensioni